Il vino

antichi sapori
antichi sapori

Bécero

/’bɛtʃero/ ◆ s. m. (f. -a) e agg. [etimo incerto], tosc. – 1. s. m. Persona che manifesta la sua rozzezza d’animo e di abitudini con modi scurrili e irriverenti. 2. agg. Da becero, proprio dei beceri: modi b., un parlar becero. ◆ Accr. beceróne (f. -a); pegg. beceràccio (f. -a).

Vino rosso ottenuto da uve toscane selezionate dalle migliori aziende situate nelle zone di produzione tipiche del Chianti. Ne scaturisce un prodotto ben strutturato, corposo, dal profumo fruttato e dal colore rosso intenso. Ideale per accompagnare arrosti, formaggi saporiti e tutti i tipi di cacciagione. Servire a temperatura di circa 18°C.

Vini rossi

Calice

Bottiglia

Gottino Becero vino della casa – sangiovese 100%

2 €
Becero vino della casa – sangiovese 100%

4 €
15 €
Chianti Colli Senesi DOCG

5 €
20 €
Chianti Classico DOCG
Il Chianti Classico è uno dei vini più nobili al mondo e si fregia del nome della terra da cui nasce. È prodotto in 70 mila ettari di territorio compreso tra le città di Siena e Firenze, in un’area che abbraccia 8 Comuni tra la provincia di Firenze e quella di Siena.
Protagonista indiscusso del Chianti Classico è il Sangiovese di qualità superiore, presente in percentuali che possono andare dall’80 al 100%. Sono ammesse altre uve a bacca rossa per un ammontare complessivo che può arrivare al massimo al 20%: Canaiolo, Colorino, Cabernet Sauvignon e Merlot. Il vino Chianti Classico DOCG ha colore rubino brillante – tendente al granato – e odore profondamente vinoso. Il gusto è asciutto, sapido tendente con il tempo al morbido vellutato. Il Chianti Classico deve essere invecchiato per almeno 11 mesi (può essere ammesso al consumo solo a partire dal 1° ottobre dell’anno successivo alla vendemmia) ed avere una gradazione alcolica minima di 12°.


6 €
28 €
Chianti Riserva DOCG
La gradazione del Chianti sale a 12,5° per il Riserva, che richiede un invecchiamento minimo di 24 mesi, di cui almeno 3 di affinamento in bottiglia. Rispetto al Chianti Classico, il Riserva è un vino più nobile, presenta una finezza maggiore, odore prolungato e gusto più pulito. Merito delle uve scelte che lo compongono e dell’invecchiamento. Solo il 20% del Chianti Classico diventa Riserva: a lui saranno destinate le uve migliori. Rosso cupo tendente al granato, ha profumo di spezie e frutti di bosco, struttura importante e vellutata. Le uve migliori sono destinate al Riserva fin dall’inizio e vengono invecchiate in botti di rovere di piccole dimensioni che rilasciano i loro aromi al vino. Vi soggiorna per un periodo che varia a seconda della dimensione della botte, prima di procedere all’affinamento in bottiglia. Il Riserva si abbina perfettamente ad arrosti di carni rosse, selvaggina, salumi grassi e grandi formaggi: alimenti classici della gastronomia di questo territorio fin da tempi antichissimi.

7 €
30 €
Bolgheri DOC
La storia del vino Bolgheri Rosso nasce nel 1944, quando Mario Incisa della Rocchetta impianta il primo vigneto di Cabernet a Castiglioncello di Bolgheri. In questo comune della provincia di Livorno ricade infatti tutta la produzione del Bolgheri che nel 1994 viene insignita della dicitura DOC, segnando la storia del vino italiano conosciuto in tutto il mondo. Il sapore e il profumo del Bolgheri Rosso devono molto al territorio in cui vengono coltivate le uve. Immerse tra le colline toscane, ad un’altezza di 400 metri, i vigneti godono della vicinanza del mare che non solo contribuisce a mitigare gli eccessi di temperatura, ma fornisce un’ulteriore fonte di illuminazione. Il Bolgheri Rosso si ottiene con vitigni diversi, ottenuti da uve di Cabernet Sauvignon (10-80%), Merlot (massimo 80%) e Sangiovese (massimo 70%). La caratteristica del Bolgheri Rosso è il suo colore rosso rubino, unito a un profumo intenso che sprigiona in bocca, un sapore asciutto e armonico, ricco di tonalità di frutti di bosco, spezie ed erbe della macchia mediterranea. È ideale da abbinare ai piatti tipici della cucina toscana. 

7 €
30 €
Brunello di Montalcino DOCG
Il “Brunello di Montalcino” è ottenuto da uve di Sangiovese, un vitigno chiamato tradizionalmente, a Montalcino, “Brunello”. L’immissione in commercio avviene il I° gennaio del quinto anno dopo la vendemmia. Durante questo lungo periodo, il vino deve trascorrere almeno due anni in botte di legno e almeno quattro mesi di affinamento in bottiglia. Il periodo di conservazione in bottiglia cresce fino a sei mesi per il tipo riserva che entra in commercio un anno dopo. Per le sue caratteristiche, il Brunello di Montalcino sopporta lunghi invecchiamenti, migliorando nel tempo. Difficile dire quanti anni questo vino migliora in bottiglia. Ciò dipende, infatti, dall’annata. Si va da un minimo di 10 anni fino ad un massimo di 30, ma può essere conservato anche più a lungo. Il Brunello di Montalcino è un vino visivamente limpido, brillante, di colore granato vivace. Ha profumo intenso, persistente, ampio ed etereo. Si riconoscono sentori di sottobosco, legno aromatico, piccoli frutti, leggera vaniglia e confettura. Al gusto il vino ha corpo elegante ed armonico, nerbo e razza, con un’ottima acidità ed un grande grip tannico, chiude con una lunga persistenza aromatica.

9 €
42 €

Vini bianchi, rosati e bollicine

Calice

Bottiglia

Passerina IGT
La Passerina è un vino molto fresco, non molto strutturato, ma profumato, con delicate note floreali e fruttate, ottenuto dall’omonimo vitigno, autoctono nelle Marche e in Abruzzo. In quest’ultima regione, la vicinanza dei vigneti al mare aggiunge una caratteristica sapidità e piacevolezza. La Passerina è un vino che nelle sue varie declinazioni presenta tutte le possibili sfaccettature caratteristiche dei vini bianchi del centro Italia. Ha un colore giallo paglierino, carico e luminoso. Al naso sprigiona gradevoli profumi fruttati accompagnati da sentori di fiori bianchi. Al palato si presenta particolarmente fresco e acidulo, contraddistinto da un buon equilibrio. Ideale come aperitivo.

4 €
18 €
Pecorino IGP
Vitigno autoctono delle regioni dell’Italia centrale, il Pecorino è un vino bianco che si distingue per il suo profilo organolettico caratteristico e originale. Protagonista sulla tavola di tutti i giorni, si fa apprezzare per la sua grande piacevolezza e versatilità. Di colore giallo paglierino, al naso si presenta fruttato – con pompelmo e papaya che fanno da protagonisti – preannunciando un sorso fresco e invitante. In bocca è pieno, con una bella trama minerale e una buona persistenza. E’ un vino bianco forte e strutturato con ampie note floreali e di frutta a pasta gialla. Ideale come aperitivo, si accompagna con antipasti, piatti di pesce e carni bianche.

4 €
18 €
Vermentino Toscano IGT
Il Vermentino toscano ha delle caratteristiche diverse rispetto agli altri vitigni Vermentino a bacca bianca coltivati in Liguria e Sardegna. In Toscana, dove ha trovato terreni rocciosi e microclima ideale, il Vermentino viene coltivato maggiormente nelle zone di Grosseto, Lucca, Livorno e Massa Carrara: infatti trova le sue condizioni ideali per crescere rigoglioso in prossimità delle zone marine e nelle zone adiacenti, dove sono predominanti i terreni collinari e un clima temperato. Questo perché ha grande tolleranza al sale marino e all’esposizione al sole. Colore giallo paglierino. Al naso esprime profumi di pompelmo, fiori bianchi ed erba tagliata. Bocca fresca con un leggero fondo agrumato.

5 €
20 €
Vernaccia di san Gimignano DOCG
Il Disciplinare di produzione prevede quale area di produzione delle uve esclusivamente il territorio comunale di San Gimignano e che il vino sia prodotto in vigneti composti per almeno l’85% dal vitigno Vernaccia di San Gimignano, consentendo una presenza massima del 15% di altri vitigni a bacca bianca non aromatici, idonei alla coltivazione per la Regione Toscana. Il vino Vernaccia di San Gimignano si presenta dal colore giallo paglierino con riflessi dorati che si accentuano con l’invecchiamento. Il profumo è fine, delicato con sentori fruttati e floreali in età giovanile. Con l’affinamento e l’invecchiamento sviluppa il caratteristico sentore minerale di pietra focaia. Al gusto è un vino asciutto, armonico, sapido. 

Pur gradevole da giovane, sorprende spesso per le capacità di invecchiamento evolvendo note, sia olfattive che degustative, complesse e minerali. Non a caso è uno dei pochissimi vini bianchi prodotti anche nella tipologia riserva.

6 €
26 €
Rosato Toscana IGT

5 €
20 €
Prosecco Superiore DOCG
Il L’area di Conegliano Valdobbiadene coinvolge solo 15 comuni, si trova a 50 km da Venezia e 100 dalle Dolomiti e si estende su un territorio collinare dove l’uomo, da secoli, si dedica alla viticoltura creando un paesaggio unico, divenuto nel 2019 Patrimonio dell’umanità UNESCO. Per la produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG sono ammesse solo le seguenti varietà di viti: Glera per un minimo dell’85%, varietà locali (Verdiso, Bianchetta, Perera e Glera Lunga) o internazionali (Pinot e Chardonnay) fino ad un massimo del 15%. La produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG avviene secondo il disciplinare che regola la produzione delle uve, la loro fermentazione e la successiva naturale “presa di spuma”. Lo spumante è prodotto con il «Metodo Martinotti» che prevede la rifermentazione in autoclave e permette di esaltare i profumi primari e secondari, gli aromi fruttati e floreali, conservando l’eleganza, la vitalità e la freschezza del vino. Di colore giallo intenso, presenta una spuma persistente e al naso, l’odore arriva piacevolmente fruttato con sentori di pera, mela, mandorla e note al miele. Il titolo alcolometrico è pari al 11%, con acidità di 5 g a litro. Il prosecco Valdobbiadene superiore si gusta al meglio se servito ad una temperatura fra gli 8 – 10°C, su antipasti di mare o di terra.

6 €
25 €
I vini al calice sono acquistabili anche in bottiglia

Bevande

Acqua Naturale/Gassata
1,50€
Coca Cola/Coca Zero
3 €
Fanta
3 €
Sprite
3 €
The freddo alla pesca/al limone
3 €
Birra CASTELLO
3 €
Birra NASTRO AZZURRO
4 €
Birra artigianale
5 €
Spritz Campari/Aperol
6 €
Grappa
3 €
Amaro
3 €
Limoncello
3 €